rossellina2001

Dottor Antonio Vischi A cura di Dottor Antonio Vischi Pubblicato il 24/05/2012 Aggiornato il 01/08/2018

Risponde: Dottor Antonio Vischi

Una domanda di: rossellina2001
Buongiorno, mia figlia ha 4 anni e da piu di 1 anno porta gli occhiali per un’exoforia bilaterale. Ultimamente le maestre hanno notato che mia figlia è diventata imprecisa e svogliata così il pediatra mi ha consigliato di farle fare anche una visita oculistica oltre a quella ortottica che già fa per l’exoforia. L’oculista le ha diagnosticato un
ipermetropia e mi ha detto che le lenti che porta per l’ exoforia peggiorano tale
situazione e mi ha consigliato quindi delle lenti bifocali perché dice che
gli occhi di mia figlia vanno in exoforia solo quando guarda da lontano. Lei cosa
mi consiglia? Posso fidarmi o devo sentire qualche altro parere? Grazie
infinitamente

Purtroppo per poterle dare una risposta precisa bisognerebbe visitare la piccolina.
Mi sembra, tuttavia, che ci sia un po’ di confusione. Per tale motivo le consiglierei di rivolgersi ad un centro di Oftalmologia Pediatrica dove potrà sicuramente cercare la soluzione ottimale per sua figlia.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti