Postura scorretta della mandibola

Specialista Giulia Bernkopf A cura di Specialista Giulia Bernkopf Pubblicato il 16/09/2014 Aggiornato il 31/07/2018

Ho un bambino di due anni che sta spesso in una strana postura con la bocca, con i denti inferiori in avanti e quelli superiori in dentro... Risponde: Dottoressa Giulia Bernkopf

Una domanda di: Ruggera
Salve,
ho un bambino di due anni che sta spesso in una strana postura con la bocca, con i denti inferiori in avanti e quelli superiori in dentro, un po’ il contrario del normale. Non ha mai usato il ciuccio. È normale o devo portarlo dal dentista? Grazie!

Buonasera, la prima visita ortodontica e odontoiatrica è consigliata intorno ai tre anni. Da come descrive la postura sembrerebbe una tendenza di terza classe (una forma di malocclusione da curare) ed è quindi indicata una visita precoce. Distinti saluti

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che tira i capelli alla mamma: che fare?

09/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Afferrare i capelli della mamma anche in maniera così decisa da provocare un forte fastidio non è espressione della volontà diel bambino di "farle del male" quanto piuttosto di un desiderio di appropriarsi totalmente di lei.   »

Epatiti dei bambini: c’entra il vaccino contro il CoVid-19?

28/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono elementi che suggeriscano una relazione tra il vaccino contro il coronavirus Sars-CoV-2 e l'epatite acuta dell'età pediatrica.  »

Preoccupata per l’assenza di sintomi “di gravidanza”

19/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è così automatico che la gravidanza, una volta iniziata, determini la comparsa di sintomi specifici, quindi l'assenza dei disturbi "tradizionali" (nausea, tensione al seno e così via) non deve essere interpretata come un segnale per forza negativo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti