Omero e femore del feto “un po’ al di sotto della media”

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 24/09/2021 Aggiornato il 24/09/2021

Le dimensioni del bambino in utero sono influenzate anche dall'ereditarietà. Se mamma e papà sono di bassa statura e di costituzione minuta anche il figlio facilmente presenterà le stesse caratteristiche.

Una domanda di: Nadya
Avrei una domanda: ho fatto l’accrescimento stamattina e la bimba sta bene
ma la dottoressa ha riscontrato le lunghezze del femore e dell’omero un po’
al di sotto della media e sono a 30 settimane. Può essere costituzione?
Grazie.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, certamente nella lunghezza delle ossa del femore e dell’omero entra in gioco il fattore “costituzione” dei genitori.
Non ho elementi per darle informazioni più precise: dovrei vedere il referto dell’ecografia per capire cosa intenda per “un po’ al di sotto della media” ma la cosa che mi sembra importante segnalare è che in ecografia le misure fetali vanno anche considerate nel loro evolversi temporale.
Mi spiego meglio.
Un conto è osservare un femore al 30° percentile (quindi poco al di sotto della media che è il 50° percentile) che si mantiene tale nel corso della gravidanza, diverso è invece se un femore che era già al 30° percentile scende al 10° percentile nei controlli successivi.
In questo ultimo caso, oltre al fattore “costituzione” dovremmo porci il problema di verificare per esempio se la placenta stia facendo il suo dovere o meno mediante la misurazione del flusso nelle arterie uterine. Inoltre, le misure fetali utili a verificare l’accrescimento sono anche quelle della testa e dell’addome da cui si possono trarre ulteriori conferme sul buon funzionamento placentare.
Dal momento che non me lo segnala, presumo la collega ecografista non le abbia indicato ulteriori appuntamenti ecografici, a conferma del fatto che la sua bimba sta effettivamente crescendo come atteso.
Spero di averla rincuorata, resto a disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti