Displasia dell’anca in neonato 3 mesi

Dottor Lucio Palmiero A cura di Dottor Lucio Palmiero Pubblicato il 05/12/2014 Aggiornato il 01/08/2018

La mia bambina di 3 mesi e mezzo ha la displasia dell'anca del tipo 2 C e porta il tutore di Pavlik... Risponde: Dottor Lucio Palmiero

Una domanda di: vladi
Buongiorno,
la mia bambina di 3 mesi e mezzo ha la displasia dell’anca del tipo 2 C e porta il tutore di Pavlik. Visto che tende a piegare in giù le dita dei piedi, vorrei sapere se sotto il tutore può portare scarpe?

Gentile Signora,
il tutore di Pavlik consente di mantenere le anche flesse a 90° ed in abduzione.
Esso consente una centratura atraumatica (nelle anche critiche 2c secondo Graf) e progressiva della testa del femore con stimolo al rimodellamento dell’acetabolo.
In circa 3-6 settimane dovrebbe consentire la realizzazione di quanto sopra con succesivo divezzamento graduale dal tutore.
Utile un controllo ecografico.
Scarpine leggere possono essere calzate.
Cordialità
Lucio Palmiero

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti