Scoliosi e dolore

Dottor Lucio Palmiero A cura di Dottor Lucio Palmiero Pubblicato il 18/12/2017 Aggiornato il 01/08/2018

La scoliosi, che nella maggior parte dei casi è genetica, non si associa a dolore. Un eventuale mal di schiena va dunque fatto valutare perché di sicuro è dovuto ad altro.

Una domanda di: Francesca
Salve, mia figlia ha otto anni e da qualche settimana lamenta mal di schiena. Circa due anni fa ha fatto radiografia totale e ha la scoliosi, ma non abbiamo fatto nulla. Lei attualmente fa ginnastica ritmica e quando fa i ponti e altri tipi di esercizi si lamenta che le fa male. L’insegnante vorrebbe sapere se deve farle fare qualche esercizio in particolare. Potrebbe aiutarmi su questo? Grazie

Dottor Lucio Palmiero
Dottor Lucio Palmiero

Gentile Signora Francesca,
la scoliosi, che nell’ 80% dei casi è idiopatica, dunque genetica, non annovera tra i suoi sintomi il dolore.
Le consiglio di far visitare Sua figlia presso Centro scoliosi per stabilirne” l’identità” e l’entità. Trattandosi di una affezione genetica, lo sport non ne condiziona né l’insorgenza né il decorso
Cordiali saluti

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti