alimentazione bambini

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 25/07/2013 Aggiornato il 25/07/2013

Risponde: Ostetrica Franca Fronte

Una domanda di: luciana
Salve. Ho un bimbo di un anno un po' piccolino fin dalla nascita. La pediatra a questo punto mi ha consigliato di sostituire la poppata del mattino con il latte fresco della centrale e non più il mio. A me dispiace, perché io in realtà ho ancora latte. O almeno così credo. Per il resto il bimbo mangia un po' di tutto senza problemi. E se continuassi al
mattino con l'allattamento al seno?

Carissima, manca il dato del peso di questo bimbino, che, se però era piccolo alla nascita, probabilmente ora sarà cresciuto in proporzione. Inoltre, occorre sempre tenere conto della costituzione di papà e mamma, perché evidentemente il bambino avrà con alta probabilità le stesse caratteristiche. Detto questo, se il bimbo succhia con vigore, soddisfazione e deglutendo latte al mattino non vedo la ragione di sostituire l'alimento migliore per lui con latte vaccino… specie se mostra interesse verso il cibo in generale. Prova a consultare il mio blog: www.intornoallanascita.com.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.



Concorso riparti con catrice 2020

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Stereotipie o conseguenze del lockdown?

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

E' verosimile che i forti cambiamenti imposti dall'isolamento a cui ha costretto la pandemia abbiano influito sul comportamento dei bambini, tuttavia ci sono manifestazioni anomale che potrebbero essere spia di altro.   »

Coronavirus: indebolito o no? E le scuole riapriranno?

12/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Il Sars-CoV-2 è andato senza dubbio incontro a modificazioni che l'hanno reso meno aggressivo. Così è verosimile che a settembre bambini e adolescenti potranno (finalmente) tornare a scuola.  »

Fai la tua domanda agli specialisti