problemi post parto-allattamento

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/06/2013 Aggiornato il 21/06/2013

Risponde: Ostetrica Franca Fronte

Una domanda di: Figli
Buongiorno dottoressa, ho partorito quasi 3 mesi fa e allatto al seno la mia piccolina. Da circa 1 settimana mi sono accorta di avere sulla punta del capezzolo una piccola pallina che a volte quando Sofia mangia un po' voracemente sanguina e mi fa male. Al consultorio mi hanno detto che potrebbe essere una ciste di latte e che dovrebbe scoppiare da sola, ma sono un po' preoccupata! Cosa mi consiglia? La ringrazio

Carissima, sono un'ostetrica e non un medico, ma va bene lo stesso! : )
Dunque, nessun motivo di preoccupazione, in effetti, perché si tratta di un punto in cui si è formata una piccola raccolta sotto il primo strato di pelle del capezzolo, che si riassorbe o, come è più probabile, per effetto della suzione della bimba si aprirà lasciando fuoriuscire il contenuto. Potrebbe, però, bruciare e far male dopo la rottura, quindi se succede conviene applicare uno strato sottile di lanolina purificata (medela o purelan) facendola penetrare bene e ripetendo l'operazione dopo ogni poppata per due-tre giorni. Cicatrizza e toglie anche il bruciore. Non è tossica e non va lavata via prima di attaccare la piccola al seno.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti