Ovaie pigre: quali integratori?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 09/05/2022 Aggiornato il 09/05/2022

La scelta del preparato più idoneo a regolarizzare l'attività delle ovaie va fatta dopo aver ben individuato la ragione per la quale lavorano in modo difettoso.

Una domanda di: Beatrice
Sono sposata da circa 10 mesi, sto cercando gravidanza, ho il ciclo irregolare e ho preso inofert combi hp e devo dire che si è abbastanza regolarizzato, però dalle varie ecografie il ginecologo mi dice che non ho ovulazione in quanto ho ovaie un po’ pigre. Ho fatto tre cicli di clomid ma senza successo, adesso il ginecologo mi ha prescritto chirofert plus la sera, acido folico la mattina e vitamina d in gocce: ho iniziato questa nuova cura, anche se vorrei fare palestra in quanto mi potrebbe aiutare, volevo prendere agnocasto in quanto ho sentito parlare che è ottimo per l’ovulazione, cosa ne pensa? In attesa di un suo riscontro la ringrazio.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora,
gli integratori possono essere utili, nel caso in cui avesse un ovaio micropolicistico. Occorre valutare gli ormoni dell’ovulazione, la riserva ovarica (antimulleriano), gli androgeni ovarici e surrenalici, la funzione tiroidea, la prolattina e la resistenza all’insulina. Bisognerebbe anche sapere qual è il suo indice di massa corporea (l’eventuale sovrappeso interferisce negativamente sull’attività delle ovaie). Poi le terapie partono dagli integratori, per passare al clomifene o al letrozolo, fino alle gonadotropine, a seconda delle necessità. Si affidi dunque ai consigli del suo ginecologo (anche riguardo eventualmente al peso) è meglio invece evitare il fai-da-te. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti