Pancione e fiori di Bach

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 25/05/2018 Aggiornato il 07/08/2018

Durante la gravidanza, poche gocce di un prodotto omeopatico come i fiori di Bach non espongono il bambino a rischi.

Una domanda di: Nadia
Sono alla 19esima settimana di gravidanza.
Sono una tipa abbastanza ansiosa.
Mi chiedevo se posso utilizzare i fiori di Bach: 7 gocce all’ occorrenza
visto che contengono brandy. Prima della
gravidanza li usavo al bisogno.
La terapia che seguo in gravidanza
Tirosint 125. Cardioaspirina.clexane 4000 per familiarità ischemica.
Grazie per l’ attenzione.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, anche se non sono esperta nel trattamento mediante i fiori di Bach le posso confermare che l’impiego di poche gocce di una soluzione alcolica (si tratti di farmaci omeopatici o fiori di Bach per l’appunto) non costituisce rischio per l’embrione o il feto. Resta il divieto di assumere alcolici in gravidanza per motivi di prudenza, in quanto non è stabilita con certezza una soglia di assunzione che non provochi danno al bimbo in utero. Un tempo si usava consigliare alle donne di bere un bicchiere di vino a pasto, motivando la raccomandazione con il proverbio “il vino fa sangue”. Oggi preferiamo essere più restrittivi a tavola e come avrà notato su tutti gli alcolici (vino o birra che sia) trova il simbolo del divieto di assunzione in gravidanza. Se non assume alcolici a tavola, non corre rischi quindi a curarsi al bisogno con questo rimedio. Se però dovesse notare un intensificarsi della sintomatologia ansiosa (cosa abbastanza facile nel terzo trimestre) le consiglierei di effettuare un colloquio psicologico per valutare con uno specialista se sia necessario adottare misure psicologiche o farmacologiche diverse in vista del parto e della nascita. Le consiglio infine di seguire il corso di preparazione al parto: è un ottimo strumento per vincere tante paure, grazie alla competenza delle ostetriche e alla condivisione delle emozioni con le altre mamme in dolce attesa. Spero di esserle stata di aiuto, a disposizione se desidera.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccinazione in bimba di 5 anni: ci sono pericoli se la mamma è incinta?

04/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza non ci sono rischi se si sottopone il primogenito alla vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse-poliomielite.  »

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti