Pap test e visita senologica: dopo quanto tempo dal parto vanno effettuati?

Dottoressa Sara De Carolis A cura di Dottoressa Sara De Carolis Pubblicato il 08/04/2022 Aggiornato il 08/04/2022

Dopo il parto, i vari controlli vanno eseguiti secondo il normale intervallo di tempo trascorso dagli ultimi. Vale anche se si allatta.

Una domanda di: Luis
Per favore, dopo quanto tempo dal parto cesareo è consigliabile fare il Pap test? Inoltre vorrei sapere anche se è possibile fare anche una visita/eco mammaria durante l’allattamento.
Sara De Carolis
Sara De Carolis

Carissima, non c’è un tempo stabilito dopo un taglio cesareo, vale l’intervallo dall’ultimo pap test eseguito. Se hai effettuato un pap test da oltre 2 anni, va ripetuto. È consigliabile il test in fase liquida: viene effettuato in modo tradizionale, ma quello che cambia è il metodo di conservazione del campione prelevato, che consente di ottenere maggiori informazioni. Per quanto riguarda i controlli del seno, da effettuare senz’altro l’autopalpazione ed eventualmente una visita senologica (palpazione). Sarà poi il senologo a cui ti sarai rivolta a stabilire l’opportunità di effettuare anche l’ecografia (e magari la mammografia che, però, secondo le linee guida, è indicata dopo i 40 anni, salvo casi particolari, in primis la familiarità per carcinoma alla mammella). In genere, è possibile che il senologo si limiti a effettuare la palpazione, valutando di conseguenza l’opportunità di eseguire l’ecografia. Il mio consiglio è dunque quello di contattare il senologo per avere indicazioni sul da farsi. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti