Paura che nella bimba ci sia “qualcosa che non va”

Dottoressa Angela Raimo A cura di Dottoressa Angela Raimo Pubblicato il 08/10/2018 Aggiornato il 08/10/2018

Ci sono comportamenti che possono far venire alla mamma il dubbio che il suo bambino abbia un problema che interessa la sfera psichica. E' sempre bene non ignorare questa preoccupazione, ma effettuare tutti gli accertamenti del caso.

Una domanda di: Nicoletta
Non è la prima volta che vi scrivo. Ho una bimba di 12 mesi appena compiuti. fino a sette mesi, mangiava e dormiva e se la lasciavo in passeggino restava lì senza dire niente per molto tempo: intorno ai 4 mesi mi sono accorta che non si girava mai quando la chiamavo o sentiva rumori forti. l’ho fatta visitare dall’otorino ma tutto ok. L’ho sempre vista diversa da sua sorella, ma tutti mi dicono che è piccola, che ha i suoi tempi e di stare tranquilla. Io però vivo col terrore: non dice mamma e se le chiedo di dirlo dice “papà”. Non indica niente, ha da poco iniziato a gattonare e se la lascio nel lettino la trovo persa nel vuoto. Spesso e volentieri si butta con violenza all’indietro e capita che si faccia male: in questo caso piange e se mi vede apre le braccia e piange, però se non la prendo le passa subito e si distrae. E’ disinteressata ai giochi e al mondo che la circonda, quando guarda la televisione la vede per un po’ poi si stufa. Spesso gioca da sola, va in giro per casa da sola e se la chiami non si gira, A volte partecipa se canto una canzoncina o se le dico di ballare lo fa a modo suo e ride, altre volte la vedo nel suo mondo e non c’è verso di farla collaborare. Dice solo papà, a volte mamma, se vuole fa il verso del cavallo, dice acqua e latte e batte le mani se sente una canzoncina. Da poco rifiuta il latte ma mangia di tutto. Ora secondo voi la bambina è sana o mi consigliate una visita specialistica per capire se ha qualche problema serio? Grazie.
Angela Raimo
Angela Raimo

Cara mamma,
prima di tutto mi permetto di rilevare che non si lascia una bambina sveglia da sola nel lettino, quando si è in un’altra stanza. Per quanto riguarda il disinteresse della sua piccola per la televisione è del tutto normale a 12 mesi essere indifferenti a quanto trasmette il piccolo schermo (anche se si tratta di programmi per bambini) quindi è già abbastanza che la “guardi per un po’”. Mi chiedo inoltre perché fa il verso del cavallo e solo questo: glielo avete insegnato voi oppure abitate vicino a un maneggio? Per quanto riguarda il linguaggio, ogni bambino ha i suoi tempi e a 12 mesi non è così automatica la padronanza dei termini, anche se semplici. Posto tutto questo, senza dubbio farei valutare la bambina al pediatra e, anche in base al suo parere, successivamente a un neuropsichiatra infantile. Ritengo infatti che da un lato lei non possa continuare a vivere nella paura che la bambina abbia qualcosa che non va, dall’altro sia sempre prudente dare ascolto ai dubbi delle mamme: se a suo avviso c’è un problema e il suo dubbio persiste da così tanto tempo non sarebbe opportuno continuare a ignorarlo. Da parte mia non posso dire di più, non avendo modo di visitare la bambina. Le consiglio comunque di non perdere altro tempo. Mi tenga aggiornata. Tanti cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La “piaghetta” del collo dell’utero ostacola il concepimento?

05/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

L'ectropion della cervice non ostacola la possibilità di dare inizio a una gravidanza.   »

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti