Paura per il litio contenuto nell’acqua

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 27/01/2020 Aggiornato il 27/01/2020

La quantità di litio presente in alcune acque minerali è talmente modesta da non esporre a rischi durante la gravidanza.

Una domanda di: Maria
Sono in gravidanza e per contrastare le nausee spesso bevo l’acqua Uliveto. Oggi ho letto sull’etichetta che questa acqua contiene tra gli oligoelementi il litio. So che il litio viene usato anche come farmaco in psichiatria nel disturbo bipolare come stabilizzante dell umore e che è teratogeno. Secondo voi quindi bevendo l’acqua che conteneva il litio potrei aver recato danni al feto? Grazie.
Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile signora Maria,
la dose di litio che può essere assunta attraverso l’acqua è molto più bassa (più di 100 volte inferiore) rispetto a quella impiegata nel trattamento del disturbo bipolare e che secondo alcuni studi aumenta il rischio di malformazioni, in particolare di difetti cardiaci. E’, quindi, altamente improbabile che la quantità di litio contenuta nell’acqua possa comportare un aumento dei rischi per il feto. Penso dunque possa stare tranquilla. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Terzo cesaeo dopo due cesarei complicati: è possibile?

01/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Senza dubbio, un terzo cesareo dopo due cesarei che hanno determinato complicazioni espone a dei rischi, che è bene ponderare prima di decidere per una terza gravidanza.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti