Paura prima del risultato dell’esame istologico

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 19/11/2020 Aggiornato il 19/11/2020

Non ha senso fare congetture (magari pensando al peggio) prima di aver conosciuto l'esito di un'indagine medica.

Una domanda di: S.
Buongiorno dottoressa,
Sono una ragazza di 29 anni reduce da una settimana da un intervento in laparoscopia volto alla rimozione di quello che sembrava, in prima battuta, un fibroma peduncolato.
Le cose non sono tuttavia andate così.
Durante l’operazione è stata rinvenuta una neoformazione solida con eogenicità mesenchimale in assenza di parenchima ovarico residuo che aveva sostituito il mio ovaio sinistro e che è stata rimossa.
La domanda che mi pongo è: come è stato possibile? Come può essere stato sostituito il mio ovaio? È un qualcosa che succede o è raro?
Ora in attesa dell’esame istologico sono molto spaventata.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, purtroppo senza l’esame istologico che ci dice esattamente di che cosa si tratta, è molto difficile rispondere alle sue domande. L’esame istologico dirà anche se veramente non c’è più parenchima ovarico residuo normale. In ogni caso si tratta di un fenomeno non raro: se un organo si ammala, parte della sua struttura viene sostituita da tessuto “malato”. Quindi accade. Però prima di fare congetture è essenziale avere a disposizione l’esito dell’esame istologico. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Utero setto: operare o no prima di una gravidanza?

17/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

La tendenza di oggi è di non intervenire sempre e comunque in caso di utero setto, ma solo in determinate condizioni.  »

Gravidanza e dubbi sulla vitamina D

17/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La vitamina D, anche se assunta in dosi superiori al fabbisogno, non provoca danni al feto.   »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti