Paure in gravidanza

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 13/05/2020 Aggiornato il 13/05/2020

In questo particolare momento, molti dubbi e timori che a volte le donne in attesa di un bambino nutrono possono essere legati non già a motivi reali quanto piuttosto a una situazione emotiva di poca serenità, alimentata dall'attuale pandemia.

Una domanda di: Valentina
Fra circa 2 mesi dovrò effettuare un’ecografia addome al fegato, e all’ epoca sarò a 36 settimane di gravidanza. Durante l’eco so che dovrò stare sdraiata in posizione supina per almeno 20 minuti. So che in gravidanza è sconsigliato stare in posizione supina, negli ultimi mesi specialmente , perché viene compressa la vena cava e arriva meno ossigeno al bimbo. Effettivamente già ora se sto supina (ad esempio quando devo fare le eco per la gravidanza) dopo qualche minuto vado un po’ in affanno. Mi chiedevo quindi se effettuare questa ecografia potesse essere pericoloso per il feto e arrecare qualche danno per mancanza di ossigeno, e se magari ho già arrecato danni al feto stando in questa posizione a volte ( ad esempio ieri durante l ecografia durata 20 minuti sono dovuta stare supina e avevo il fiatone). Preciso che di notte invece dormo sempre sui fianchi. Grazie.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Gentile signora mamma, ho notato che lei è l’autrice di numerosi quesiti e anche se mi ritengo fortunata ad essere coinvolta per dipanare tanti dubbi, ammetto che inizio a farmi qualche domanda su un suo possibile tratto ansioso. Se ben ricordo, lei è alla sua seconda gravidanza ed è un’operatrice sanitaria. Capisco bene che avere delle conoscenze mediche può esporci a più preoccupazioni rispetto a chi non ne dispone (beata ignoranza dice il detto!) ma è anche vero che lei è già diventata mamma e quindi in una seconda gravidanza è singolare che lei abbia ancora bisogno di essere rassicurata su così tanti argomenti. La sua ultima domanda, in particolare, è simile alla precedente che aveva a tema l’impiego della mascherina in sala parto.
Questa paura dell’insufficiente apporto di ossigeno del suo bimbo è dettata a mio avviso da una fame d’aria in primo luogo sua, che prescinde cioè da fattori esterni.
Il fatto di stare supina in effetti può scatenare nelle mamme in gravidanza un fastidio, un malessere pronunciato che si attenua non appena ci si gira sul fianco (non a caso, quella sul fianco è la sua posizione preferita nel sonno).
La buona notizia è che prima di poter arrecare danni al bambino, la Natura fa sì che sentiamo dolore o malessere noi mamme e cerchiamo di attivarci per porre rimedio. Vale sempre la stessa regola: il bimbo sta bene se sta bene la mamma.
Ritengo comunque da escludere che lei possa aver arrecato dei danni al suo bimbo semplicemente stando supina durante l’ecografia ostetrica…per fortuna i feti hanno molte più risorse di quanto crediamo!
Detto questo, dato che l’ecografia è un esame molto “flessibile”, se lei avverte questi sintomi spiacevoli durante la procedura, è possibile chiedere di girarsi sul fianco e anche in questa posizione un bravo operatore dovrebbe essere in grado di completare l’indagine.
Spero di averla rincuorata, altrimenti le segnalo che sono attivi dei numeri utili per il sostegno psicologico alle mamme durante questa emergenza sanitaria che di certo non aiuta a vivere serenamente la dolce attesa.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccinazione in bimba di 5 anni: ci sono pericoli se la mamma è incinta?

04/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza non ci sono rischi se si sottopone il primogenito alla vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse-poliomielite.  »

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti