Bambino 3 anni geloso sorellina di 4 mesi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/05/2014 Aggiornato il 16/02/2015

Da quasi 4 mesi è nata la nostra seconda figlia di nome Chiara. Tommaso è il primo figlio, ha 3 anni e ha accettato la sorellina sin da subito, mostrandole molto affetto... Risponde: Dottoressa Maria Concetta Carruba

Una domanda di: CIRCO.LA
Buonasera dottoressa, da quasi 4 mesi è nata la nostra
seconda figlia di nome Chiara. Tommaso è il primo figlio, ha 3 anni e ha
accettato la sorellina sin da subito, mostrandole molto affetto senza
gelosia. Il problema sta nel fatto che dai miei ultimi mesi di gravidanza
fino ad oggi, Tommaso si è ammalato sempre molto spesso (ogni mese e a volte
ogni 15 giorni). Sto pensando che lui abbia interiorizzato le sue emozioni
riguardo la nascita della sorellina sfociando in questi episodi ricorrenti di
febbre. Può essere così? C’è una soluzione? Grazie, Laura

Cara mamma Laura,
la gelosia è un mix di paura, risentimento, ansia e insicurezza. Sentimenti certo non costruttivi. Un bambino può provare gelosia verso il fratellino/la sorellina appena arrivata in modo più o meno intenso/forte, in modo più o meno visibile. Il primo timore del primogenito è quello di dover condividere le attenzioni e il tempo che la mamma solitamente dedicava a lui. È paura di perdere attenzioni, centralità, condividere spazi e giochi. È del tutto normale. Molto probabilmente Tommaso si è trovato davanti alla destabilizzante sensazione di felicità per l’arrivo di Chiara accompagnata però dall’insicurezza che ne è derivata. Gli stati febbrili, la nausea, l’inappetenza potrebbero essere una vera e propria somatizzazione di sentimenti nascosti e non esternati. È utile prima di tutto che lei si confronti con il suo pediatra per capire se non si tratta invece di un abbassamento delle difese immunitarie che potrebbe non avere nulla a che fare con la sfera emotiva. Diversamente, le consiglio di aiutare il bambino a esternare le sue paure partendo magari dal racconto di paure simili vissute da voi genitori quando eravate piccoli. Rassicuratelo, ricordardategli che rimane il vostro bambino e sapete che anche lui è piccolo. Coinvolgetelo in piccole routines con la sorellina, lasciate che abbiamo qualche momento tutto loro e che vi aiuti in alcune incombenze quotidiane: potreste ad esempio eleggerlo “responsabile dei pannolini” e così sarà lui a passarvi il pannolino nel momento del cambio, concedergli di stare accanto alla sorellina tenendole la mano nel momento della pappa, concedetevi momenti esclusivi con lui anche turnandovi. Pian piano la situazione rientrerà. Mi tenga aggiornata, se le fa piacere!

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimba di due anni che al nido non mangia nulla

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Può capitare che un bambino si rifiuti di mangiare al nido. Ma è solo questione di tempo: a mano a mano che impara ad accettare di buon grado il distacco, perché comprende che la mamma torna sempre, tutto si risolve.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti