Quale alimentazione a 15 mesi?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 30/01/2018 Aggiornato il 30/01/2018

Dopo lo svezzamento i bambini dovrebbero mangiare quello che compare sulla tavola dei grandi: per mamme e papà è questa un'ottima opportunità di mangiare in modo più sano.

Una domanda di: Lea
Salve, ho una bimba di 15 mesi e ho un po’ di difficoltà nel capire cosa può mangiare, sopratutto a cena. Il mio pediatra è molto vago, mi potreste aiutare a capire un po’ cosa proporre per la sua età?
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma, le nuove linee guida suggeriscono di offrire ai bambini, a partire dallo svezzamento, gli stessi piatti che mangiano gli adulti, a patto ovviamente che si tratti di un’alimentazione sana. Ed è sana un’alimentazione varia, con tutti i nutrienti rappresentati, povera di grassi animali, che privilegia le cotture semplici (al forno, al vapore, bollite) ed esclude ricette elaborate e fritte oppure accompagnate da salse. Sì dunque alla pasta al sugo, all’olio con parmigiano o anche occasionalmente con un po’ di burro crudo. La carne va alternata al pesce e al formaggio o a un uovo (due alla settimana). Per condire è meglio preferire l’olio extravergine d’oliva. L’arrivo di un bambino dovrebbe quindi rappresentare un’occasione di mangiare meglio per tutta la famiglia. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti