Linfonodini reattivi ?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 22/01/2013 Aggiornato il 26/11/2019

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: 72pollicina
Buonasera dottoressa, sono la mamma di una bimba di 14 mesi. Da circa 2 settimane la bimba ha dietro l’orecchio sinistro 3 palline grandi come un pisello e dure al tatto. Ho chiamato la pediatra che, senza averla visitata, ha ipotizzato una dermatite atopica in testa. La bimba, però, in testa non ha alcuna crosta. Potrebbero essere causate dal vaccino, fatto circa un mese fa, per varicella, morbillo, parotite e rosolia? Devo stare tranquilla? Grazie per la sua risposta.

Potrebbero essere dei linfonodini reattivi, che i bimbi hanno spesso in caso anche di un banale raffreddore, oppure delle piccole palline di grasso (lipomi). In entrambi i casi le direi di non preoccuparsi, ma per poter fare una diagnosi certa è necessario far visitare la bimba.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Coronavirus e bimbi in piscina: ci sono rischi?

13/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Una cosa è certa: il Sars-CoV-2 non nuota libero nell'acqua delle piscine, per cui i bambini possono fare i bagni in piena sicurezza.  »

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti