Accertamenti

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 03/09/2012 Aggiornato il 03/09/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: simotoni2011@libero.it
Gentile dottoressa, sono la mamma della bimba di 3 anni che aveva la febbre. Ho ripetuto gli esami e l'emocromo è il seguente: globuli bianchi 8,21 – globuli rossi 4,71 -emoglobina 10,4  – ematocrito 31,0- mcv65,8 – mch 65,8 mchc 33,5 – piastrine 499 – neutrofili 31,2 -linfociti 50,4 -monociti 8,9 -eosonofili  9,1 -basofili 0,4 – neutrofili ( ass) 2,56 -linfociti(ass) 4,14 -monociti(ass) 0,73 -eosinofili (ass)0,75 -basofili(ass) 0,03      monotest negativo  tampone faringeo sbega negativo  unicoltura colturale sviluppo batterico presente identificazione colturale stafilicocco
epidermidis conta colonie 200"000   leucociti 15-20 p.c. emazie 0-1 p.c.
flora microbica abbondante urati amorfi rari il resto degli esami delle urine sono tutte assenti  
In questi giorni il mio pediatra ha ritenuto opportuno fare gli esami delle feci parassitarie e per il controllo del ferro mi ha prescritto le gocce di sideral e lo sciroppo periactin per darle appetito, dato che la bimba non mangiava più.

Salve! Ogni laboratorio di analisi ha i suoi range di normalità (possono variare leggermente) che lei non riporta. Ha eosinofili mossi, ecco perché è utile la ricerca dei parassiti fecali (oppure è una bambina allergica..). Non vedo il valore degli indici di flogosi (VES, pcr,…). Per quanto riguarda lo studio delle urine non riporta la presenza di leucociti e/o nitriti, pertanto la presenza di infezione delle vie urinarie è molto dubbia, può trattarsi di contaminazione (non mi precisa come è stata fatta la raccolta delle urine, ha tre anni porta ancora il pannolino?). Gli esami aiutano, ma rimane sempre fondamentale la visita medica, quindi segua i consigli del suo pediatra che ha visitato la bambina e spero che adesso non abbia più la febbre!

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sertralina in gravidanza contro ansia e attacchi di panico: ci sono rischi?

17/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Durante la gravidanza, se necessario si possono assumere psicofarmaci della categoria degli SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) senza esporre il bambino a rischi. Ben peggio sarebbe non impiegarli quando ve ne è bisogno.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Preoccupata per l’assenza di sintomi “di gravidanza”

19/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è così automatico che la gravidanza, una volta iniziata, determini la comparsa di sintomi specifici, quindi l'assenza dei disturbi "tradizionali" (nausea, tensione al seno e così via) non deve essere interpretata come un segnale per forza negativo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti