claudia [uid:162]

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 31/07/2012 Aggiornato il 31/07/2012

Risponde: Dottoressa Lucia Romeo

Una domanda di: claudia
Gentile dottoressa, la mia bambina di 4 anni non vuole più dormire al
pomeriggio, abitudine che ha perso per la verità andando alla scuola
materna. Prima però era abituata a fare il sonnellino. La mancanza di riposo
pomeridiano potrà risultare negativa per la sua salute?
Cordiali saluti

Non ci sono problemi se non vuole dormire nel pomeriggio, ma non la faccia stancare e cerchi di abituarla a un'oretta di tranquillità se non di sonno.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Allatto mio figlio di due anni e sono incinta: posso usare il progesterone?

01/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

L'impiego di progesterone a sostegno di una nuova gravidanza è consentito durante l'allattamento, soprattutto se il bambino nutrito al seno è già svezzato.  »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti