Clonie arti inferiori neonato

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 24/05/2012 Aggiornato il 24/05/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: agiannitto
Salve dottoressa, sono mamma di una bimba di un mese di vita, la mia bimba presenta dei tremori agli arti inferiori, sono molto frequenti ma durano molto poco, un paio di secondi. La mia pediatra nella prima visita mi disse che non dovevo preoccuparmi che in bimbi così piccoli sono normali, mentre nella seconda visita notando anche lei questo tremore mi ha prescrito una visita neuropsichiatrica infantile e un ecotrans fontanellare con la diagnosi di clonie agli arti inferiori, dicendomi però che non devo preoccuparmi ma che si tratta di accertamenti, ma in realtà io sono piu che preoccupata. Lei dottoressa potrebbe aiutarmi a capire di che si tratta e a cosa vado incontro? Grazie mille

È sempre opportuno visitare il bambino e fare una accurata anamnesi prima di esprimere un proprio parere valutando il neonato dal momento della nascita, il tipo di parto e familiarità . Le clonie agli arti inferiori possono essere presenti nella sindrome da ipereccitabilità: aumento di reattività con scarsa coccolabilità, presenza di clonie, riflessi molto vivaci, spesso associata a sd ipertonica : aumento generalizzato del tono muscolare. Cause: sofferenza encefalica, disturbi metabolici (ipoglicemia, ipocalcemia, ipomagnesemia). Prognosi benigna: transitoria con assenza di esiti a distanza. Come nelle sindromi convulsive: presenza di episodi parossistici caratterizzati da clonie, contrazioni toniche, automatismi, manifestazioni neurovegetative (cianosi). L' ampio ventaglio di possibilità necessita di approfondimenti diagnostici come ha prescritto la Sua Curante (elettroencefalogramma, ecografia cerebrale transfontanellare, esami ematici, risonanza magnetica, ect). Si rivolga ad un neurologo/neuropsichiatra infantile, io non ho questa specializzazione, lo specialista sarà darle tutte le risposte del caso. 
 

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti