Crescita

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 31/05/2012 Aggiornato il 31/05/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: aniello
Salve, volevo chiedere il calcolo esatto della durata
della gravidanza nel seguente caso um 11/06/2011 parto 20/02/12, perchè
alcuni dottori hanno considerato 36+4 altri 37. Velovo ancora saper se  la
crescita  del neonato nato il  20/02 peso 2100, peso il 27/04 kg 3,930, peso
il 27/05 kg 4,500 è buona?grazie

Per quanto riguarda la datazione della gravidanza si rivolga al ginecologo oppure ci sono anche calcolatori online. La durata della gravidanza e' 40 settimane a partire dall'ultima mestruazione. Suo figlio e' nato prematuro. La crescita e' ottima in media 200 gr alla settimana anche se nell'ultimo mese e' lievemente ridotta 142,5gr/settimana. Nei primi tre mesi la crescita e' in media intorno a 150 gr alla settimana. Al compimento del quinto mese il peso sarà in media il doppio di quello della nascita. 

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti