cristina

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 29/01/2013 Aggiornato il 29/01/2013

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: cristinagambino
Ho un problema con mio figlio di 8 mesi: quando lo metto a nanna la sera piange sempre disperato e non ci sono riti che tengano (musica dolce e soffusa, saluto ai suoi pupazzi…). Vedo, da come mi segue con lo sguardo, che teme la mia lontananza e, infatti, appena lo lascio solo attacca a piangere. Ciò fa sì che si addormenta tardi (verso mezzanotte). Cosa mi suggerisce? Premetto che il bambino mangia con piacere tutte le pappe suggeritemi dal pediatra, quindi escludo abbia fame. Aggiungo che anche le goccine prescrittemi dal medico a base di melissa non hanno alcun effetto calmante. Grazie.

Le consiglio semplicemente di rimanere con lui raccontandogli una storia o giocando insieme finchè non si addormenta, in modo da non percepire la nanna come un distacco. Con un po' di pazienza vedrà che si abituerà. Cordiali saluti.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sette mesi con piccolissime cisti dei plessi corioidei

02/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

In generale la sola presenza di cisti dei plessi corioidei, anche se richiede controlli non desta preoccupazione. Diverso è il caso in cui, in prossimità dei plessi corioidei, si sviluppano le cosiddette cisti aracnoidee.  »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti