ELEONORA8184 [uid:2058]

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 28/11/2012 Aggiornato il 28/11/2012

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: ELEONORA8184
Buongiorno dottoressa, ho una bimba di due mesi e una settimana che si chiama Nicole. Sono tre giorni che quando la mettiamo nella sua culla mentre si addormenta salta aprendo le braccine e gli occhi… lo fa per molto tempo con un intervallo di 30-35 secondi. Questo suo atteggiamento mi ha spaventato molto, perché prima non l'aveva mai fatto. Volevo chiederle un consiglio, ovvero se secondo lei si tratta di un problema e se occorre intervenire in qualche modo.
Grazie

Poiché è difficile trarre conclusioni senza valutare la bimba, le consiglio di farla visitare dalla pediatra. Potrebbero essere dei movimenti involontari, che possono manifestarsi in fase di addormentamento, ma senza conoscere ulteriori dettagli è difficile trarre conclusioni.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Streptococco: dubbi e chiarimenti

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Le infezioni da streptococco fanno ancora oggi molta paura, per via delle conseguenze (non automatiche!) che potrebbero determinare. In realtà, oggi questo batterio non fa più (tanta) paura.  »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti