eletorti [uid:2952]

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/01/2013 Aggiornato il 21/01/2013

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: eletorti
Buongiorno. Mio figlio di 7 mesi ha sofferto di una infezione alle vie urinarie da Escherichia coli. Ha dovuto seguire una terapia antibiotica per 10 giorni e per il momento l'infezione è guarita. In ospedale, dove è stato ricoverato, hanno suggerito di eseguire cistografie nel corso del prossimo anno. Dato che si tratta di esami invasivi, vorrei sapere se sono necessari con una frequenza di uno ogni due mesi per il suo primo anno di vita. In tal caso, cosa può scoprire e come si possono prevenire ulteriori infezioni o patologie associate a malformazioni delle vie urinarie?

in genere si consiglia di fare un'ecografia e poi la cistografia. Sono indagini che servono per stabilire la presenza di dilatazioni delle vie urinarie o reflussi: a seconda dell'entità potrà non essere necessario nessun provvedimento, o una profilassi antibiotica e, nei casi più importanti, un intervento chirurgico. In base all'esito delle stesse l'urologo deciderà i tempi e le modalità di intervento.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di sette mesi che fa … jumping

03/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Non è una buona idea far saltare il bambino tenendolo sotto le ascelle: molto meglio lasciarlo libero a terra, in attesa che impari a gattonare.  »

Educazione di una piccina: quali istruzioni vanno seguite?

27/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I bambini non sono robot: non ci si può aspettare che basti impartire una semplice dritta per ottenere i comportamenti desiderati.   »

Fertilità della donna dopo i 40 anni: cosa la influenza?

19/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

L'età anagrafica condiziona fortemente la possibilità di concepire. Ma non solo: altri fattori entrano in gioco e tra questi c'è il peso corporeo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti