eruzione cutanea a due mesi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/06/2013 Aggiornato il 10/06/2013

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: Aurora13
Buongiorno, ho una bambina di quasi due mesi allattata unicamente al seno. Da circa due settimane la bimba presenta dei puntini rossi in rilievo localizzati inizialmente solo su viso, collo e orecchie e poi estese anche ad addome e petto. Apparentemente non mostra altri sintomi. Il pediatra è sicuro che si tratti di allergia alimentare e mi sta facendo seguire una dieta con alimenti privi di istamina e senza latticini, anche perché mio marito tra i sei mesi e i tre anni ha avuto un'intolleranza al latte. Alla bambina, invece, abbiamo dato delle gocce omeopatiche per sfiammare. Abbiamo anche iniziato a farle il bagnetto con amido di riso ogni sera per tenere la pelle idratata. Dopo una settimana e mezza di queste cure i puntini sono quasi scomparsi (si sentono solo un po' al tatto) e il pediatra mi ha detto di reintrodurre un alimento ogni cinque giorni. Ci sono stati però due episodi che le hanno fatto ricomparire i puntini: in entrambi i casi avevo mangiato un'orata nelle 12 ore precedenti e le avevo messo dopo il bagnetto una crema all'olio di mandorle dolci su tutto il corpo (quotidianamente glielo metto solo sul viso). Secondo lei di cosa si potrebbe trattare? Orata o la crema potrebbero essere i responsabili? Unico altro sintomo, non so se
collegato, è una frequente aria nella pancia accompagnata da cacca alle volte molto liquida (che avevo però attribuito all'acqua in cui scioglievamo le gocce). Grazie e saluti

È difficile capire, specie senza visitare la bimba, quale sia la causa dell'eruzione cutanea. Sicuramente i consigli del suo pediatra vanno benissimo. Comunque, le consiglio di evitare ancora gli alimenti istamino-liberatori qualora si ripresentassero i puntini, e in generale non di mettere oli o creme sul viso. Per quanto riguarda le feci, la cosa da notare è se cambiano rispetto al solito, perché finché la dieta è esclusivamente lattea, specialmente nei piccoli allattati al seno, è normale che siano liquide.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti