Febbre e asilo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 26/09/2012 Aggiornato il 26/09/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: ronzulli rosa
salve dottoressa, il mio bambino di 2 anni e 8 mesi ha cominciato ad avere 37,3° di febbre. Alle 17 gli ho messo una supposta di tachipirina. Poi alle 2.10 di notte gliene ho messo un'altra perché la febbra era salita a 39°. Al mattino aveva 36,9° e gli ho messo un'altra supposta. È giusto come ho fatto? Ora è senza febbre, mangia e gioca. Domani posso mandarlo all'asilo (ha iniziato da 15 giorni) o è meglio tenerlo a casa qualche giorno ancora? Grazie in anticipo per l'attenzione e la risposta che mi darà. In attesa, distinti saluti.

Salve, le consiglio di somministrare paracetamolo (tachipirina) se ha febbre (temperatura corporea superiore a 38°/38,5°) o in caso di dolore (al bisogno max ogni 4-6 ore). Può rientrare a scuola dopo 48 ore senza febbre dall'ultimo episodio (in assenza di paracetamolo che altrimenti potrebbe mascherare la sintomatologia). Quindi, domani consiglio di osservarlo a domicilio e se torna febbre di farlo visitare dalla sua pediatra per la cura del caso. 

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tosse violenta che niente fa passare in un bimbo di 5 anni

07/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una tosse "spaventosa" che viene innescata da banali raffreddori, non passa con niente e suscita angoscia nei genitori è molto probabilmente dovuta alla SIRT, sigla che sta per Sindrome da Ipersensibilità dei Recettori della Tosse.   »

Perdite di sangue a più di 40 giorni dal parto

06/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Può accadere che i "lochi", che sono le perdite vaginali che compaiono dopo il parto, si protraggano per un periodo superiore ai 40 giorni senza che questo sia significativo. A patto però che non abbiano un odore sgradevole e non siano accompagnate da dolore: in questo caso bisogna parlarne con il ginecologo....  »

Mancato accollamento: è vero che si può continuare ad andare al lavoro?

06/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Sì, il mancato accollamento, specialmente se non ci sono sanguinamento e dolori pelvici, non richiede necessariamente stare a casa dal lavoro, se prevalentemente sedentario.   »

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Fai la tua domanda agli specialisti