fimosi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 19/04/2013 Aggiornato il 19/04/2013

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: silari
Buongiorno. Sono la mamma di un bimbo di 20 mesi. Pochi giorni fa mi sono accorta che faceva fatica a fare pipì. O meglio, piangeva quando la doveva fare e si toccava il pisellino. Ho controllato e ho visto che c'era un taglietto sul pisellino con un pochino di sangue. L'episodio è durato una giornata e poi è passato. Il taglietto si è rimarginato e ora fa pipì tranquillamente. A cosa può essere dovuto? Da quando si deve iniziare ad abbassare la pelle del pisellino? Grazie.

Probabilmente il suo bimbo ha una lieve fimosi, ovvero la pelle del prepuzio è un po' chiusa e si è infiammata la zona. Per quanto riguarda la manovra, i pareri sono discordanti, in genere comunque si può iniziare nei primi mesi. Si faccia spiegare bene dal suo pediatra come fare per evitare errori. Saluti

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti