fragola

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 12/09/2012 Aggiornato il 12/09/2012

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: Fragolavalentina
Buonasera dottoressa, sono la mamma di un bimbo di quasi 4 mesi nato con il taglio cesareo per via del cordone che si era attorcigliato. Alla nascita pesava 3.880 kg, ora pesa 7.150. Da qualche giorno ho notato che le feci del bimbo sono cambiate: fa la cacca una volta al giorno, la mattina presto, e rispetto alle poppate che fa non è molta… e insieme alla pipì nel pannolino talvolta assume un colore giallastro. Preciso che il bambino, essendo molto vorace, non fa una poppata piena e quindi tutto il giorno gli offro il seno per soddisfare le sue esigenze. Prima, invece, di feci nel pannolino ne trovavo tante. Come mai questo cambiamento? È normale? Cordiali saluti

Buongiorno, il cambiamento può essere condizionato sia dalle variazioni del clima (è un periodo piuttosto caldo) sia da cambiamenti nell'alimentazione della mamma. Controlli che il bambino cresca settimanalmente in maniera adeguata per verificare che si alimenti a sufficienza. Cordiali saluti

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti