frasax

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 19/04/2012 Aggiornato il 19/04/2012

Risponde: Dottoressa Lucia Romeo

Una domanda di: Frasax
Mi vergogno a dirlo ma mio figlio ha tenuto il ciuccio fino ai 5 anni e solo
un mese fa gliel'ho tolto. Ora però si succhia il pollice. Che cosa devo
fare?

Non è sufficente dire mi vergogno,,,,,, Basta mettere in atto i consigli, il ciuccio va tolto insieme al biberon a 18 mesi, quindi è ovvio che il bambino a 5 anni ha un vero vizio e una dipendenza. Va dato al bimbo semplicemente un sostituto che può essere un oggetto ovviamente preferito. Inoltre deve spiegargli bene che fa male sia il ciuccio sia il dito e che ormai è grande e può farne a meno. Lo aiuti, non lo colpevolizzi perché lui non ne ha colpa; il ciuccio gli andava tolto prima. Ora gli si deve parlare perché è in grado di capire. Gli offra inoltre un premio come ricompensa per essere stato così bravo da togliere il dito dalla bocca!

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti