Dermatite seborroica?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 20/02/2013 Aggiornato il 26/11/2019

Risponde: Dottoressa Lucia Romeo

Una domanda di: g.gloria
Sono la mamma di una bimba di 18 mesi. A ottobre, circa un mese dopo la vaccinazione anti-parotiterosoliamorbillo, non so se per coincidenza o per caso, sono comparsi dei puntini rossi sulla faccia, di tanto in tanto hanno la punta gialla e non stanno andando via, nonostante si cerchi di trattarli con Gentalyn Beta 2 volte al giorno. A volte sembrano più evidenti a volte sbiadiscono dando l’impressione che stiano svanendo, ma dopo tempo ritornano… Che cosa possono essere? La ringrazio.

Potrebbe essere solo dermatite seborroica. Smetta Gentalyn e metta solo Kelual lozione 2 volte al giorno. Se la situazione non migliora, la bimba va vista da un dermatologo.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dolori mestruali spariti da quando è iniziata la ricerca di una gravidanza

29/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una spiegazione strettamente scientifica alla scomparsa della dismenorrea nel momento in cui si hanno rapporti sessuali non protetti non esiste, tuttavia il fatto stesso che a volte accada rende l'eventualità possibile.   »

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti