Infezione vie urinarie, escherichia coli bambina 8 mesi

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 03/07/2014 Aggiornato il 13/02/2015

Le analisi per sospetta IVU, eseguite qualche settimana fa per stabilità del suo peso, sono state positive: escherichia coli con c.b. 500.000. Abbiamo dato alla bambina l'antibiotico prescritto (neoduplamox) e... Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: AlbaAgnese
Salve dottoressa, sono Alba, mamma di Martina, una bellissima bambina di 8
mesi e mezzo, che pesa 8 kg ed è lunga 74 cm. Chiacchierona, attivissima e sempre
solare.
Le analisi per sospetta IVU, eseguite qualche settimana fa per stabilità del
suo peso, sono state positive: escherichia coli con c.b. 500.000. Abbiamo
dato alla bambina l’antibiotico prescritto (neoduplamox) e fermenti lattici.
Dopo una settimana dall’assunzione del farmaco abbiamo eseguito nuovo esame
urinocoltura ed oggi l’esito riporta ancora infezione da escherichia, anche
se con carica inferiore dell’altra volta: 300.000.
Che faccio? Continuo con l’antibiotico? Questo protrarsi della infezione
può causare problemi?
Sono molto preoccupata. Attendo sue notizie. Grazie

Buongiorno. Per prima cosa è importante la metodica con cui viene fatta l’urinocoltura: a 8 mesi la migliore è quella da catetere per garantire l’attendibilità dell’esito. Se la bimba sta bene e non ha febbre ripeterei l’esame prima di ripetere la terapia, con particolare attenzione all’antibiogramma. Inoltre le consiglierei di fare un’ecografia delle vie urinarie di controllo. Saluti

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Vertigini a 13 anni: cosa può essere?
10/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Le vertigini potrebbero essere espressione di un problema che riguarda l'orecchio interno: solo la visita otoneurologica può escluderlo o confermarlo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti