Linguaggio

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 18/04/2013 Aggiornato il 18/04/2013

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: silari
Buongiorno, ho un bimbo di 19 mesi e 20 giorni e sono un po' preoccupata perché non parla. Non dice nemmeno mamma, papà e pappa. Niente! Ogni tanto mentre gioca dice mammamma oppure caccacaca. È un bimbo attivo, non sta fermo un attimo, ogni cosa che vuole me la indica facendosi capire molto bene. Se gli faccio vedere una cosa (per esempio, appendere la salvietta), il giorno dopo se la ricorda e la ripete. Secondo lei questo ritardo nel parlare a cosa è dovuto? Mi devo preoccupare? Grazie
Saluti

Da quel che sembra il bambino non ha difficoltà né ad apprendere le parole né a pronunciarle. Sembra più che altro poco loquace. Provi a stimolarlo di più e, per maggior tranquillità, a far fare una valutazione dello sviluppo al pediatra. Stia tranquilla, vedrà che si sbloccherà! Saluti

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni cutanee dopo una puntura di insetto

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

A volte a scatenare reazioni sulla pelle può essere anche l'applicazione dell'antistaminico in crema.  »

Gravidanza e scomparsa improvvisa dei sintomi

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è automatico che la scomparsa dei sintomi tipici della gravidanza sia brutto segno.   »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti