marzia

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 02/11/2012 Aggiornato il 02/11/2012

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: marzia82
Buongiorno dottoressa, mio figlio ha 5 mesi e mezzo e
purtroppo ha preso l'abitudine di usare il mio seno al posto del ciuccio.
Quando deve addormentarsi lo cerca disperatamente e piange a dirotto fino a
quando non lo trova. Ho provato alternative come il ciuccio, ninne nanne ecc., ma
niente da fare, non si addormenta e piange disperatamente. Tra un mese ritorno
al lavoro e devo affidarlo alla nonna. Ha un consiglio da darmi per
addormentarlo senza attacarlo al seno? Grazie Marzia

Buongiorno. Purtroppo oltre alle cose che già sta facendo non c'è molto altro. Insista con pazienza!

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Perché si parla di polipo “sospetto”?

17/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Attraverso l'ecografia si può solo "sospettare" la presenza di un polipo all'interno dell'utero, ma per avere la certezza occorre effettuare altre indagini.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti