mia

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 14/02/2013 Aggiornato il 14/02/2013

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: miasorride
Gentile dottoressa, chiedo il suo aiuto: sto per andare psicologicamente in frantumi, mi sento incapace di gestire la situazione che le sto per illustrare. Ho due figli, la maggiore ha 4 anni e tre mesi e il minore ha 14 mesi. La bambina ha acquisito il controllo totale degli sfinteri un anno fa, senza mai fare la pipì a letto. Da circa un mese, di notte, una volta ogni 7/10 giorni, intorno alle 4 del mattino mi chiama perché è bagnata, io non la rimprovero, la rassicuro dicendole che può succedere ma sono seriamente preoccupata. Ho notato che le notti in cui accade l'episodio sono preceduti da pomeriggi segnati da piccoli episodi di paura o dopo aver visto un film un po' pauroso. Lei ha ultimamente sempre bisogno della mia presenza, è sempre stata una bimba coraggiosa e autonoma, adesso invece è cambiato tutto, ha paura, si mangia le unghie e digrigna i dentini durante il sonno, e in più fa la pipì a letto! Devo preoccuparmi? Come devo comportarmi? Devo darle più attenzioni? Più premure? La prego di aiutarmi, buona giornata e grazie anticipatamente.

Buongiorno. Poiché lei stessa ha notato che questi episodi si verificano in concomitanza di situazioni che alla piccola generano ansia, escluderei una causa organica, ma le consiglio comunque di fare un esame delle urine e l'urinocoltura per completezza. Per quanto riguarda la maggiore sensibilità della piccola in questo periodo cerchi di approfondire quale ne possa essere la causa, cercando nel contempo di rassicurare la piccola, senza però esagerare. Ne parli inizialmente con la sua pediatra e se il problema dovesse persistere si faccia consigliare su eventuali provvedimenti. Saluti

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti