Occhiaie

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 02/04/2012 Aggiornato il 02/04/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: maria
Buongiorno dottoressa! Sono una mamma di una bimba di 8 mesi. Volevo sapere se le occhiaie sono una cosa normale. L' ho fatto notare alla mia pediatra e mi ha sempre risposto di sì. Forse dipende dal fatto che ha la carnagione molto chiara. Adesso però ho insistito perché vorrei farle fare le analisi del sangue: non vorrei che avesse carenza di vitamine. Lei che cosa ne pensa?

Da una breve ricerca partirei rispondendo alla Sua domanda con alcune definizioni per chiarire cosa significa presentare "occhiaie". Nel vocabolario della Lingua Italiana Treccani si definisce le occhiaie "infossamento in corrispondenza della palpebra inferiore (per consumo del tessuto adiposo sottostante, per disidratazione, malessere, stanchezza, ecc.) di solito accompagnato da una tonalità più o meno scura o bluastra dei tessuti". Ne "La grande enciclopedia del bambino", Sfera editore, le occhiaie sono "cerchi scuri e bluastri sotto gli occhi (più evidenti nei bambini di carnagione chiara come sua figlia) spesso dovuti a congestione nasale". Di solito in generale nel bambino la causa principale di una congestione nasale è l'allergia oppure infezioni nasali croniche per raffreddori persistenti – ipertrofia adenoidea oppure sinusite. Se ci sono occhiaie molto evidenti, quando non rientrano nelle caratteristiche ereditarie per razza e tratti somatici tipici della famiglia (come sostiene non presente nella sua famiglia) e che se ci fossero potrebbero essere considerati normali (forme costituzionali) oltre che un sintomo di allergia potrebbero essere un segnale di anemia per carenza di ferro, pertanto se le occhiaie sono persistenti il Suo pediatra potrà decidere di sottoporre la piccola ad accertamenti mirati (come da Lei richiesto). Anche un occhio affaticato dal tentativo di correggere un disturbo della vista non diagnosticato può essere accompagnato da occhiaie: bisogna assicurarsi che sotto quest'aspetto tutto sia nella norma (da escludere per esempio astigmatismo o miopia). In condizioni di affaticamento stanchezza  e insonnia si possono presentare le occhiaie che con il sonno e il riposo scompaiono. In assenza di tali patologie descritte,  le occhiaie, soprattutto se saltuarie nei bambini, anche all'età di sua figlia, non sono un problema da farci preoccupare.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti