Respiro affannoso, fiatone neonato 5 mesi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 07/01/2014 Aggiornato il 31/08/2015

Mio figlio di 5 mesi inizialmente faceva il fiatone, tipo cagnolino, quando era eccitato o contento per qualche ragione, come per esempio quando ritornavo a casa, ma ultimamente assume questo atteggiamento sempre più spesso e non solo in condizioni di eccitamento... Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: mcarosi
Salve. Mio figlio di 5 mesi inizialmente faceva il fiatone, tipo cagnolino, quando era eccitato o contento per qualche ragione, come per esempio quando ritornavo a casa, ma ultimamente assume questo atteggiamento sempre più spesso e non solo in condizioni di eccitamento. Noto inoltre che quando è all’aria aperta riduce questo atteggiamento mentre quando dorme non lo fa. Di cosa si potrebbe trattare? Solo un vizio o il segno di problemi respiratori o cardiaci? Cosa posso osservare per escludere problematiche gravi? Se interessata, potrei anche inviarle un video. Grazie

Buongiorno. Difficile dire di cosa si tratti. La cosa più probabile è che sia un modo di manifestare delle emozioni, soprattutto se a questi episodi non si associano altri disturbi come vera e propria difficoltà respiratoria, cianosi o pallore. Le consiglio comunque di parlarne con la sua pediatra mostrandole anche le riprese che ha fatto. Saluti

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti