silvia74

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 25/02/2013 Aggiornato il 25/02/2013

Risponde: Dottoressa Lucia Romeo

Una domanda di: silvia74
Buonasera dottoressa, mi rivolgo a lei per un dubbio relativo alla salute di mio nipote. È un bimbo di 7 anni vispo e intelligente, ma fisicamente magro. Da circa un mese accusa sintomi simil influenzali tali da costringerlo a rimanere a casa da scuola. La pediatra che lo segue gli ha prescritto antibiotici la cui somministrazione si protrae ormai a lungo. Venerdì scorso però la situazione è peggiorata perché il bimbo ha iniziato a sentirsi sempre più debole fino a non riuscire a reggersi in piedi da solo. Stante la situazione i genitori lo hanno portato in ospedale ma finora le analisi non hanno rivelato molto se non un valore alterato relativo, da ciò che mi hanno detto, alla componente muscolare. Mi rivolgo a lei perché temo che la situazione nasconda qualche cosa di più serio, come la distrofia muscolare. Sperando di avere da lei un chiarimento la ringrazio e la saluto. Silvia

Mia cara, senza elementi a disposizione non posso esprimermi. È fondamentale avere notizie e risultati in più. Mi faccia sapere.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Risvegli notturni dopo mesi di sonno tranquillo

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Può capitare che a nove mesi inizino i risvegli notturni: possono esserne corresponsabili l'ansia da separazione e la dentizione.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti