sweetnancy

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 24/05/2012 Aggiornato il 24/05/2012

Risponde: Dottoressa Lucia Romeo

Una domanda di: sweetnancy
Gentile dottoressa, sono una mamma di una bambina che ha 21 mesi che ancora non parla. Lei è molto intelligente, gioca da sola e in compagnia, mangia da sola, si addormenta in culla facilmente, indica con il dito ciò che vuole, saluta con la manina le persone anche per strada mentre camminiamo. Quello che mi fa pensare invece è il suo modo di opporsi ad esempio: se vuole l'acqua la indica ma quello che dice è solo aaaaa, urlando, ed anche se io gli dico cosa vuoi? Vuoi bere l'acqua? Lei dopo un po' che urla inizia a piangere. Questo è un esempio perché lo fa con qualsiasi cosa che
vuole che sia giocattolo o altro. Non dice niente, né mamma né papà, non mi
guarda se la chiamo per nome e non fa nemmeno i versi degli animali, niente: solo aaaa quando vuole qualcosa. Sembra che lei si rifiuti di parlare o almeno di provarci. Ho parlato con la mia pediatra che mi ha detto "prima o poi parlerà". Io penso che sicuramente parlerà un giorno a meno che non abbia un problema che, se c'è già ora, lo ignoriamo. Lei cosa ne pensa?
al riguardo? La ringrazio in anticipo
Argomento: Salute del bambino

La prima cosa da fare è una visita audiometrica per capire se la bambina sente bene, se così è, allora anche io le dico di stare tranquilla: la bambina è pigra e basta: parlerà. Altrimenti si faranno le cure del caso.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Strapazzo forte nelle prime settimane di gravidanza: ci sono pericoli?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

L'utero è morbisissimo al suo interno, rivestito da tessuto muscolare elastico all'esterno, e il liquido di cui è piena la camera gestazionale fa da ulteriore ammortizzatore in caso di urti intensi, quindi non è facile (per fortuna!) causare traumi al feto. La natura fa le cose per bene.   »

Bimba di sei anni che tiranneggia mamma e fratello: che fare?

08/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Una bambina costantemente ribelle, che fa continui capricci e assume atteggiamenti provocatori probabilmente ha solo bisogno dei famosi paletti, che segnano il limite da non superare e, per quanto strano possa apparire, fanno sentire i figli amati, protetti, accuditi.   »

Fai la tua domanda agli specialisti