teresa

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 27/08/2012 Aggiornato il 27/08/2012

Risponde: Dottoressa Francesca Pinto

Una domanda di: teresanottoli
Salve, ho un bambino di 5 anni che soffre di bronchite, anche asmatica perchè il suo papà ha l'asma. Oramai, però, è un mese che ha perennemente tosse secca, specialmente quando si alza da letto. Ho provato di tutto, dall'aerosol al bentelan e vari sciroppi, ai rimedi omeopatici, ma non c'è nulla da fare. Mi può dare qualche consiglio? Grazie!

Buongiorno, purtroppo senza conoscere il bambino non posso fare nè una valutazione nè prescriverle terapie. Le consiglio di far visitare il bambino da un allergologo pediatra che gli faccia fare prove allergiche e spirometria, alla luce dei quali prescrivere la terapia adeguata. Cordiali saluti

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo nato prematuro con broncodisplasia severa: quando potrà fare a meno dell’ossigeno?

19/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Non è quasi mai possibile prevedere quando un piccolissimo con un severo problema all'apparato respiratorio potrà rinunciare al supporto dell'ossigeno.   »

Sertralina in gravidanza: meglio diminuire la dose giornaliera?

14/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In genere il dosaggio medio indicato per la sertralina è tra i 50 e i 150 mg al giorno: se si sta già assumendo una quantità minima rispetto alla posologia può non essere opportuno ridurre ulteriormente la dose, specialmente di propria iniziativa.   »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti