Stipsi in bimbo di nove mesi

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 01/10/2018 Aggiornato il 01/10/2018

L'impiego del macrogol può essere di aiuto nel caso in cui le feci siano difficili da espellere.

Una domanda di: Monica
Mio figlio di nove mesi soffre di stipsi da tre settimane. Sto molto attenta
alla sua alimentazione ed allatto ancora. Ho provato anche con massaggio
alla pancia con olio caldo, stimolazione con termometro. La pediatra mi ha
consigliato melilax. Ha funzionato ma ora è di nuovo bloccato. Non capisco
perché visto che ho tutte le accortezze.

Cara mamma,
ci possono essere periodi di stipsi nel bambino dovuti a cambi alimentari ma anche climatici-ambientali.
Se le feci sono dure a pallini o formano un blocco duro, conviene utilizzare il macrogol, una sostanza in grado di avere un azione rammollente le feci e regolarizzante l’evacuazione. Se però le scariche sono periodiche ma di consistenza regolare, ogni 3-4 giorni può usare il microclima citato. Con cordialità.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti