Tosse di stagione

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 06/12/2017 Aggiornato il 06/12/2017

La tosse e la raucedine sono comuni quando fa freddo. I lavaggi nasali e il vapor acqueo sono d'aiuto.

Una domanda di: Veronica
Salve ho mio figlio Francesco di quasi sette mesi che da due giorni ha la tosse e la voce rauca. Stamattina l’ ho portato dalla pediatra: ha gola rossa e spalle pulite. Ma non mi ha prescritto niente. Pero ha questa tosse che non lo lascia riposare. Cosa gli posso dare? Grazie

Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma, quella che descrive è una situazione molto comune tra i bambini: è dovuta al clima freddo e secco, è un malanno di stagione. Non ci sono cure particolari per la tosse del piccino se non i lavaggi nasali con soluzione fisiologica (si può usare una siringa senza ago riempita di soluzione fisiologica) ed eventuale esposizione a vapore acqueo. Al riguardo, basta far stazionare il bambino in bagno, dopo aver aperto tutti i rubinetti dell’acqua calda e riempito la vasca e il lavello. La stanza è pronta per i suffumigi di vapor acqueo quando lo specchio e i vetri si appannano. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti