Pene piccolo in bimbo di 9 anni: che fare?

Dottor Mario Mancini A cura di Dottor Mario Mancini Pubblicato il 18/05/2020 Aggiornato il 18/05/2020

Una visita endocrinologica è più che opportuna se si ha il sospetto che le dimensioni del pene di un bambino siano eccessivamente modeste rispetto alla sua età.

Una domanda di: Loredana
Salve, ho mio figlio di 9 anni che mi sta preoccupando in relazione alla crescita del pene. Lo vedo piccolo e non so come spiegarle: la pelle sopra arricciata, quasi come quello di un neonato. Lo apre tranquillamente non gli fa male. Ma adesso mi sto preoccupando.
Mario Mancini
Mario Mancini

Gentile signora,
il pene nel bambino segue una curva di crescita ben precisa, come l’altezza, e non sempre c’è una correlazione tra le due misure. Nelle varie etnie la curva può essere diversa ma abbiamo criteri di misura comuni. Stiamo per pubblicare una curva italiana nei bambini che non è ancora presente nella letteratura. Al di sotto di una certa misura il pene viene definito patologico ed è meritevole di una breve terapia ormonale, che non ha alcun effetto collaterale e, anzi, va a compensare una mancanza di ormoni. Questa terapia è efficace finché lo sviluppo non giunge a termine, attorno ai 15 anni. Più è piccolo il bambino migliori sono i risultati. Quando il soggetto diventa adulto non ci sono farmaci per far crescere il pene. Il suggerimento è di fare una visita da un andrologo endocrinologo per sapere se per il suo bambino può essere indicato un trattamento. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Camera gestazionale piccola dopo la PMA

04/03/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Anche in una gravidanza avviata grazie a un percorso di procreazione medicalmente assistita è possibile che avvenga qualcosa che rallenta lo sviluppo dell'embrione, ma non è detto che quando accade tutto sia perduto.   »

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Fai la tua domanda agli specialisti