Perché il cesareo?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 03/09/2018 Aggiornato il 03/09/2018

In generale, la rottura anticipata delle acque non è un'indicazione al cesareo. Se il ginecologo curante dispone diversamente lo fa senz'altro a ragion veduta.

Una domanda di: Rosy
Mia sorella domani entra nella 32
settimana ma le vogliono fare il
cesareo perché perde liquido amniotico. Quali sono i rischi?
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Buongiorno cara signora, è difficile interpretare la situazione di sua sorella dai pochi elementi che mi ha fornito. Quello che posso dirle è che in teoria la rottura pretermine delle membrane non è una indicazione al taglio cesareo. Il problema è però quello di evitare delle infezioni al nascituro, motivo per cui certamente sua sorella sarà già stata posta in terapia antibiotica endovenosa. Quanto alla modalità del parto, potrebbe essere considerato preferibile quello per via vaginale, dal momento che comporta meno rischi sia per la mamma che per il bambino. Se invece i colleghi valuteranno più opportuno effettuare un taglio cesareo, non si preoccupi: sarà fatto comunque a ragion veduta, considerati i problemi insiti nella nascita prematura.
I rischi del taglio cesareo sono per la mamma quello di una perdita di sangue cospicua (motivo per cui potrebbe essere anche necessaria una trasfusione di sangue), quelli per il neonato sono principalmente quelli respiratori: potrebbe avere del liquido amniotico di troppo nei polmoni e fare più fatica a respirare bene dopo la nascita, motivo per cui di solito vengono posti nella culla termica per un certo periodo di tempo.
Spero di esserle stata di aiuto e di conforto, si tenga pronta a dare una mano a sua sorella anche nel prossimo futuro!
Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino antiinfluenzale: lo faccio al mio bimbo?

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Vaccinare contro l'influenza i bambini piccoli è ora più che mai la scelta giusta: ad affermarlo il Ministero della salute e la Società italiana di pediatria.   »

Dubbio sul valore delle beta-hCG

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per capire se la gravidanza sta procedendo, serve l'ecografia, tuttavia non conviene farla prima che il valore dell'ormone beta-hCG sia almeno a 1000.  »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti