Perdere 10 chili dopo la gravidanza (e mentre si allatta): come fare?

Dottoressa Chiara Boscaro A cura di Dottoressa Chiara Boscaro Pubblicato il 05/04/2024 Aggiornato il 05/04/2024

Fare movimento, approfittando dell'arrivo della bella stagione per uscire di casa con il passeggino e camminare, e seguire un'alimentazione varia, ben bilanciata, in cui non trovano posto gli insaccati, gli snack e i dolciumi può bastare per eliminare i chili dovuti a una recente gravidanza.

Una domanda di: Laura
Allatto un bambino di quasi 4 mesi e mi piacerebbe perdere i 10 kg che ho preso durante la gravidanza. Sono sempre stata una persona dinamica e
non eccedevo in pasti poco salutari ma purtroppo non riesco a riprendere questo stile di vita in questo momento avendo anche un altra bimba di 2
anni. Avevo pensato perciò di comprare uno di quei pacchetti di 28 giorni contenenti pasti già pronti associandoli magari a dei detox e dei brucia
grassi ma ho paura che questo possa influire sull’allattamento. In carenza di tempo ed energie per riprendere uno stile di vita sano come posso fare a
riprendere il mio peso forma?

Chiara Boscaro
Chiara Boscaro

Gentile Signora,
meglio evitare questa tipologia di “pacchetti” , soprattutto considerando che i prodotti “detox” e “bruciagrassi” non servono a molto e non Le darebbero alcun beneficio metabolico. Inoltre le sostanze contenute potrebbero passare nel latte materno. Intanto Le suggerisco, ora che arrivano le belle giornate, una costante attività motoria quotidiana con i suoi bimbi, magari al parco con il passeggino. L’allattamento di per sé comporta poi un buon dispendio calorico, unito ad un’alimentazione sana, evitando più possibile insaccati, formaggi stagionati, fritti, snack dolci, bevande gassate, La aiuterà a recuperare un peso corporeo adeguato. Non è necessario seguire una dieta ferrea e precisa ma equilibrata. Via libera alle verdure ad ogni pasto, due porzioni di frutta al giorno, incrementi il consumo di legumi (3 volte a settimana) e di pesce(3 volte a settimana), consumi carne bianca 2-3 volte a settimana, le uova 1-2 volte a settimana associando una quantità contenuta di cereali integrali ad ogni pasto. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Colesterolo alto in gravidanza: ci sono rischi per il bambino?

14/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Durante la gravidanza un aumento del valore del colesterolo (entro certi limiti) è fisiologico, tuttavia ogni caso va considerato a sé quindi spetta al ginecologo curante stabilire, in base alla storia clinica della singola donna, se l'incremento può essere o no la spia di qualcosa che non va.   »

Bassa statura di una ragazzina in prossimità del menarca: aumenterà ancora un po’?

09/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La statura è influenzata in modo rilevante dalla genetica, ma gioca un suo ruolo anche l'eventualità che il bambino sia nato pretermine. In ogni caso, anche dopo l'arrivo della prima mestruazione (menarca) le ragazze in genere continuano a crescere di alcuni centimetri.  »

Ginnastica prepuziale nei piccolissimi: perché non si deve fare?

08/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Forzare il prepuzio di un piccolino a scendere verso il basso fino a scoprire il pene può essere pericoloso. la fimosi fisiologica è un meccanismo di difesa voluto dalla natura che fa sempre le cose per bene.   »

Fai la tua domanda agli specialisti