Perdita di sangue in menopausa

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 15/02/2022 Aggiornato il 15/02/2022

Un sanguinamento dopo l'arrivo della menopausa deve essere indagato, ma non per questo è di sicuro il segno di un problema grave.

Una domanda di: Doriana
Ho 55 anni e sono ormai in menopausa da circa un anno e mezzo. Le premetto anche che non ho fatto controlli recenti per vicissitudini varie che non sto qui a raccontarle. Oggi ho constatato evacuando e per la prima volta, di perdere sangue rosso vivo, invero non in grande quantità, che ad un più accorto controllo ho accertato provenire dalla vagina. La cosa mi ha molto spaventata. È un momento per me di grande dolore e ansia per più di un motivo , lo dico per fornirle un quadro più preciso del momento storico personale che sto vivendo. Domani stesso prenoterò una ecografia transvaginale, intanto gradirei un suo parere e conforto su quanto accaduto(gli scenari per me sono già i peggiori, le confesso) Ringraziandola fin d’ora le porgo i miei più cordiali saluti.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora Doriana, Ha fatto benissimo a prenotare l’ecografia: è la cosa migliore da fare per verificare cosa sta accadendo e togliersi ogni paura. Mi sento comunque di dirle che una perdita di sangue come quella che lei mi ha descritto non esprime necessariamente un problema grave. Nella maggior parte dei casi può essere dovuta alla presenza di un piccolo polito, più frequente in gravidanza di quanto in genere si immagina. Potrebbe anche trattarsi di una ripresa – modesta e parziale – di flusso mestruale. E’ quest’ultima un’evenienza rara, ma non impossibile, soprattutto dopo 18 mesi dall’arrivo della menopausa. La invito a non fasciarsi la testa prima di sapere e anche ad ascoltare le indicazioni che le darà il collega dopo aver effettuato l’ecografia. mi tenga aggiornato, se lo desidera. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ovaio policistico a 20 anni: in quanto tempo gli integratori fanno effetto?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Nessun preparato compie miracoli: per contrastare la sindrome dell'ovaio policistico che viene messa in relazione con il sovrappeso è necessario prima di tutto modificare il proprio stile di vita, a partire dall'alimentazione.  »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti