Perdite che non si arrestano dopo un’interruzione spontanea della gravidanza

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 30/06/2023 Aggiornato il 30/06/2023

Può capitare che dopo un aborto spontaneo e la successiva assunzione di Cytotec le perdite continuino a manifestarsi: in simili casi occorre solo attendere che scompaiano (come di fatto a un certo punto accade).

Una domanda di: Denise
Ho avuto un aborto spontaneo in aprile dopo PMA. Ho interrotto la cura che seguivo di progesterone ed estradiolo. Da allora ho alternato perdite medio/lievi ad abbondanti, per 3 episodi da dover stare in bagno perchè l’assorbente mutandina non le conteneva. Questi episodi sono stati accompagnati da capogiri e dolori muscolari. Dopo 3 settimane così il ginecologo mi ha fatta ricoverare un giorno per prendere il Cytotec perchè c’erano ancora tracce di materiale abortivo, quindi da aprile ho perdite continuative. Ora ho una severa anemia e microcitosi, ho fatto una prima infusione di FERLIXIT (il 23 giugno) sto prendendo anche Sideral forte per bocca. Continuo però ad avere perdite di colore rosso chiaro e di consistenza più acquosa: è normale? Si fermeranno?
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Denise, in circa il 30% dei casi il Cytotec sviluppa un percorso espulsivo un po’ accidentato, per evidenziare se ci sono anomalie cromosomiche personalmente preferisco sempre un’aspirazione in anestesia del tessuto abortivo, ma molti colleghi ritengono che non sia necessario. Vedrà che le perdite scompariranno e tutto andrà a posto, penso che possa affrontare la prossima gravidanza con fiducia e che andrà bene perché la maggior parte degli aborti è su base cromosomica, quindi la mamma ha piena capacita gestazionale ma ha bisogno che la ciambella sia fatta con il buco, quando non è così purtroppo la gravidanza non evolve. Ci farà sapere per le perdite e il futuro riproduttivo e se questa valutazione di buon senso clinico si realizzerà come le ho detto. Un saluto cordiale.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ipercheratosi emersa dal pap test

11/09/2023 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

L'ipercheratosi è l'aumento della componente cheratinica della parete cellulare. Se viene evidenziata dal pap test richiede di ripetere l'indagine dopo sei mesi.  »

Tosse terribile, che nessun farmaco lenisce, in un bimbo di 5 anni

16/08/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La scuola di Trieste ha descritto ed etichettato più di vent'anni fa una manifestazione tipica dell'età pediatrica, fino ad allora non catalogata e poi battezzato con l'acronimo SIRT, che sta per Sindrome da Ipersensibilità dei Recettori della Tosse. Si tratta di un disturbo che oggettivamente dà tanta...  »

Posso restare incinta durante le mestruazioni?

09/01/2018 Ginecologia di Dottor Claudio Ivan Brambilla

L'eventualità di concepire durante le mestruazioni è rara, ma non si può escludere del tutto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti