Perdite di sangue a inizio gravidanza (ma le beta aumentano)

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 26/10/2020 Aggiornato il 26/10/2020

E' senz'altro opportuno un controllo ginecologico, quando le perdite di sangue a inizio gravidanza sono consistenti.

Una domanda di: Lucia
Qualche giorno prima dell’arrivo del ciclo ho effettuato 2 test precoci, in giorni differenti, ed erano entrambi positivi.
Tre giorni dopo l’arrivo previsto del ciclo, però, mi sono venute perdite molto abbondanti rosse vive, non accompagnate da nessun dolore o altro sintomo.
Sono corsa subito al pronto soccorso, dove mi dicono che l’utero risulta vuoto ma che potrebbe essere semplicemente in quanto alla quinta settimana è ancora presto per vedere qualcosa; in ogni caso, viste le perdite che avevo, mi viene detto che al 98% c’e stata una gravidanza chimica (cioè rilevabile solo attraverso il dosaggio della gonadotropina corionica umana e non con l’ecografia, n.d.r.) e quindi aborto.
Mi vengono prescritti due dosaggi delle beta-hCG: le prime risultano 2266 e le successive 6640.
Continuo ad avere dolori simil ciclo che mi costringono a sdraiarmi per riposarmi un po’, per il resto ho avuto qualche ‘attacco’ di nausea come ebbi nella prima gravidanza.
Avrò la prima visita ginecologia tra due settimane (sarò a 7+3).
Secondo lei è stato un falso allarme e la gravidanza sta iniziando bene o mi consiglia l’anticipo urgente della visita per scongiurare possibili problematiche?
La ringrazio molto. Cordialmente.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, aver effettuato il dosaggio delle beta per due volte con un incremento nel secondo prelievo rispetto al primo evidenziano una situazione in evoluzione verosimilmente non interrotta. Quando il dosaggio delle beta del sangue supera i valori di 1500 dovrebbe essere ecograficamente visualizzabile la sede di impianto della gravidanza. Le suggerisco quindi con il valore che lei mi ha riportato di ripetere il controllo ecografico per poter evidenziare la sede della gravidanza, perché non può mai essere esclusa a priori la gravidanza extra uterina. Tale condizione può rappresentare un rischio per la sua salute e pertanto contatti il suo specialista di fiducia per una valutazione più approfondita da effettuare al più presto.
Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti