Perdite di sangue dopo l’impiego di Gonasi

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 29/04/2024 Aggiornato il 29/04/2024

Il farmaco a base di gonadotropina corionica non agisce anticipando l'arrivo delle mestruazioni.

Una domanda di: Brigida
Sto facendo un percorso di stimolazione ovarica, doveva servire per una ICSI, ma dato lo sviluppo scarso dei follicoli è stata
portata su rapporti mirati. Dopo 14 giorni di stimolazione, questa mattina ho fatto una siringa di gonasi 5000 e iniziato con rapporti organizzati nella giornata di ieri, oggi
e domani. Questa sera però quando mi sono alzata per lavarmi ho trovato un po’ di sangue misto al liquido seminale. Cosa può significare?
Assieme alle siringhe di ovaleap da 150 unità per giorno terminate ieri, continuo ad assumere progynova e inositolo.
All’ecografia di ieri risultava un endometrio di 12 mm e un follicolo da 26 mm.
Durante il rapporto di questa sera avevo la solita sensazione di “fastidio” all’utero che avverto nei giorni prima del ciclo mestruale
che si concretizza in quei casi sempre in piccole perdite di sangue a fine rapporto, segnale che da lì ad un paio di giorni sarebbero comparse le vere
mestruazioni.
Ho già utilizzato questo metodo qualche mese fa ma mai ho avuto dolori al basso ventre e perdite di sangue dopo i rapporti mirati.
Dato che fino a ieri il follicolo era lì e l’endometrio era abbastanza spesso, può essere che il Gonasi dopo 12 ore abbia portato ad un così
repentino cambiamento tanto da anticiparmi le mestruazioni?
Sono un po’ preoccupata.
Grazie mille per la vostra attenzione.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora,
non dovrebbe trattarsi di una mestruazione anticipata, ma del cosiddetto segno di “molimina”, cioè un sanguinamento legato alla diminuzione degli estrogeni prima che il progesterone si alzi significativamente. Non vuol dire nulla, anche dal punto di vista prognostico non esprime niente di significativo. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti