Perdite di sangue dopo l’intimità: è opportuna l’astinenza?

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 13/03/2023 Aggiornato il 13/03/2023

Se l'embrione è sano non vi è ragione di pensare che i rapporti sessuali, compresi quelli che avvengono con la penetrazione, interferiscano sul buon andamento della gravidanza.

Una domanda di: Simona
Sono alla nona settimana e nelle settimane precedenti avevo un lievissimo distacco della placenta. Con il mio compagno ci siamo astenuti dall’avere rapporti completi, nonostante non ci fosse stato sconsigliato. Ad ogni modo anche quando abbiamo un rapporto di altro genere, subito dopo pochi minuti ho perdite di sangue abbastanza vivo, che dopo poco diventa marrone e dura per 2/3 giorni. Mi devo preoccupare? Dovremmo astenerci anche da questi contatti? Grazie in anticipo.
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Simona, se l’embrione è di buona qualità non vi è motivo perché il rapporto sessuale penetrativo possa indurre una perdita abortiva. Quindi sarei tranquillo, ma un’ecografia di controllo può rasserenarla perché fino a 11 settimane la possibilità che il feto sia portatore di un’anomalia cromosomica incompatibile con la prosecuzione della gravidanza non può essere esclusa. Non si stupisca delle perdite che ha avuto anche dopo un orgasmo senza rapporto penetrativo perché l’utero ha piccole contrazioni in fase orgasmica femminile e qualche piccola raccolta di sangue tra placenta e parete uterina può evidenziarsi. Quindi ecografia di controllo e ci scriva che tutto va bene, cosa di cui saremmo molto felici. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti