Perdite di sangue nel primo trimestre di gravidanza

Dottoressa Patrizia Mattei A cura di Dottoressa Patrizia Mattei Pubblicato il 18/07/2022 Aggiornato il 25/07/2022

Il sanguinamento a inizio gravidanza è un segnale di allarme, ma non l'espressione certa di un aborto in atto.

Una domanda di: Grazia
Salve, la contatto in quanto sono seriamente preoccupata per la mia gravidanza. Ho avuto l’ultima mestruazione il 26 maggio, il 26 giugno faccio il test di gravidanza che risulta positivo, dopo un giorno beta a 85 poi a 340 e il 4 luglio a 1400. Il giorno 11 luglio mi reco in ospedale per perdite ematiche e dolori al basso ventre e mi riferiscono che dall’ eco si vede solo la camera gestazionale e che molto probabilmente era un aborto. Il giorno dopo sotto consiglio della mia ginecologa ripeto la beta e rispetto all’ultima di una settimana prima (1400) era salita solo a 1900, mi effettua un’altra eco che, rispetto al giorno prima, rileva il sacco vitellino ma ancora non l’embrione. La mia ginecologa mi ha detto che non vuole darmi false speranze ma c’è la possibilita che io abbia concepito tardi …. tra qualche giorno devo ripetere le beta: secondo lei ho qualche speranza? Nel frattempo sto facendo progefik 200 mattina e sera e riposo assoluto perchè le perdite continuano … in attesa di una sua risposta la ringrazio anticipatamente.

Patrizia Mattei
Patrizia Mattei

Gentile signora, con 1400 di beta-hCG si vede un sacco gestazionale e nient’altro. In effetti se in una settimana le beta-hCG sono salite solo di 500 U è un po’ poco. Comunque è comparso un sacco vitellino segno che in qualche modo la gravidanza progredisce. La gravidanza potrebbe essere iniziata in ritardo ma solo di qualche giorno avendo lei già un test di gravidanza positivo il 26 giugno. Purtroppo non è possibile esprimere una prognosi con questi elementi. L’unica cosa da fare è aspettare, con un po’ di fatalismo una ulteriore ecografia a distanza di una settimana che aiuterà senz’altro a dirimere i dubbi. Le perdite ematiche sono un segnale di allarme ma non necessariamente segno di gravidanza abortiva. Le faccio tanti auguri.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti